Esempi di impiego

Fonte: Istituto Fraunhofer per la tecnologia laser

Imbutitura

L'imbutitura è uno dei principali processi industriali di formatura a freddo, che consiste nel plasmare una piastrina in lamiera con l'aiuto di un'apposita pressa rigida. Bloccata da un premilamiera, la piastrina viene pressata in una matrice per mezzo di un punzone e quindi deformata per assumere ad esempio la forma di una parte della carrozzeria o di una vasca in acciaio. Per evitare la formazione di crepe o rotture nel pezzo durante questo processo di pressatura (rischio che può incorrere soprattutto negli acciai ad alta resistenza), la piastrina viene preventivamente ammorbidita nelle zone di piegatura. A tale scopo le zone interessate vengono riscaldate subendo quindi una trasformazione della loro struttura di metallo. Con i laser a diodi Laserline delle serie LDM ed LDF, questa penetrazione del calore viene eseguita in modo estremamente preciso e uniforme, nonché con un'elevata velocità del processo.

Fonte: Istituto Fraunhofer per la tecnologia laser

Realizzazione delle zone di deformazione

Una delle principali misure di sicurezza impiegate nell'industria automobilistica consiste nella realizzazione mirata delle cosiddette zone di deformazione. Queste zone sono progettate per deformarsi in caso di incidente e per assorbire quindi gran parte dell'energia d'urto. Per ottenere tale effetto, le lamiere delle carrozzerie vengono ammorbidite in alcune zone predefinite mediante un apposito processo di riscaldamento. Grazie all'apporto di calore preciso e uniforme, i laser a diodi Laserline delle serie LDM ed LDF garantiscono ottimi risultati in questo campo. La struttura di metallo viene ammorbidita esattamente nei punti in cui è necessario ottenere l'effetto di deformazione, mantenendo comunque la resistenza della lamiera desiderata e altrettanto rilevante ai fini della sicurezza in tutte le altre parti della carrozzeria. I passeggeri potranno quindi godere della massima protezione.