con laser a diodi

Laser a diodi nell'industria petrolifera e del gas

Lo sfruttamento di giacimenti di petrolio e gas naturale richiede l'utilizzo di utensili di foratura molto potenti. Questi ultimi vengono infatti sottoposti a notevoli sollecitazioni e non durerebbero a lungo senza un'adeguata protezione antiusura. Per questo motivo, da tempo si prevede l'applicazione di base di rivestimenti speciali che sempre più spesso vengono realizzati tramite saldatura laser a riporto.  In questa procedura, i laser a diodi Laserline delle serie LDM ed LDF permettono di ottenere risultati eccezionali.

Saldatura di crepe in condizioni molto difficili

Oltre ai danni che interessano i rivestimenti protettivi, anche le crepe che si formano nei componenti possono richiedere una saldatura di riparazione. Non sempre però i componenti coinvolti sono facili da raggiungere: laddove ad esempio non è chiaramente possibile smontare una ruota dentata crepata, in caso di dubbio è necessario intervenire sul pezzo servendosi del laser. Con i laser a diodi Laserline tutto ciò non rappresenta assolutamente un problema. In caso di necessità, questi laser leggeri, compatti e mobili possono persino essere collocati in modo sicuro su strutture sottili a un'altezza aerea, a supporto di tutte le operazioni di saldatura necessarie.

Un sistema diodo laser LDF 3000-60 mobile e un robot per eseguire i comandi sono stati installati ad un'altezza di 25 m per saldare le crepe nelle ruote dentate.