Posa di nastri

Effetto omogeneo - processo di fusione controllato - rapida esecuzione della procedura

Procedura

Questo processo vede protagonisti i filamenti continui unidirezionali in materiale termoplastico, in parte impregnati di resina adesiva.  Al pari di un nastro, tali filamenti sono avvolti su un rullo e vengono quindi integrati nell'impianto di produzione. L'unità di avanzamento di quest'ultimo trascina il nastro dal rullo, mentre un sistema robotico lo appoggia sulla piattaforma di lavoro o sul componente non ancora ultimato collocandolo nella posizione desiderata. Qui il nastro viene riscaldato con un laser e poi fuso, allo scopo di aumentare l'aderenza della colla. Un po' alla volta vengono create delle strutture di filamenti continui dall'esatto profilo e caratterizzate da un'elevata resistenza.

Vantaggi del laser a diodi

La distribuzione omogenea dell'intensità nel focus, che può essere ulteriormente migliorata con l'impiego di ottici speciali, e la regolazione precisa della temperatura, che assicura un processo di fusione controllato, sono i maggiori vantaggi offerti dai laser a diodi Laserline. Entrambe permettono di ultimare la lavorazione del pezzo eseguendola in modo diretto, accelerando così il processo in maniera considerevole. 

Esempi di impiego

Avvolgimento di nastri su tubi

Nella procedura di avvolgimento di nastri su tubi, il nastro in materiale termoplastico viene messo attorno a un elemento preformato e poi fuso. Questo processo richiede un trasferimento di calore rapido e controllato sia dal punto di vista del campo che del periodo di azione. Grazie ai laser a diodi Laserline, tale obiettivo viene raggiunto in modo sicuro e affidabile. Gli ottici per l'omogeneizzazione, adattabili in base alle esigenze dei clienti e integrabili nella testa di un robot appositamente progettato per la posa di nastri, nonché i sistemi multipoint per la regolazione coassiale della temperatura, fanno sì che il riscaldamento del materiale avvenga senza danneggiare quest'ultimo. Con l'impiego dei laser a diodi, il processo di avvolgimento di nastri è in grado di raggiungere velocità di parecchi metri al minuto e può essere applicato a componenti di diverse geometrie.

Dal 2009 l'azienda AFPT GmbH si avvale dei laser a diodi Laserline per produrre componenti in serie in CFRP. Grazie all'utilizzo di speciali ottici per l'omogeneizzazione vengono raggiunte velocità di posa dei nastri di parecchi metri al minuto, mantenendo allo stesso tempo un ottimo rendimento del processo.