con sistema zoom della serie OTZ

Perfettamente sintonizzati sui laser a diodi Laserline, gli ottici con sistema zoom della serie OTZ permettono di creare spot di lunghezze e larghezze diverse a seconda delle esigenze. Utilizzando un solo tipo di ottici si possono quindi eseguire diverse lavorazioni. La configurazione scelta in base all'applicazione può essere ottimizzata integrando i moduli del sistema modulare Laserline.

Nelle applicazioni laser che di norma prevedono una serie di lavori diversi tra loro (come per esempio il trattamento di indurimento mediante tempra dopo riscaldo superficiale nella lavorazione per conto terzi), gli utenti non sono costretti a dover sostituire ogni volta i loro ottici di lavorazione. In questi frangenti gli ottici Laserline con sistema zoom della serie OTZ risultano infatti essere un valido aiuto. Con una distribuzione di energia costantemente uniforme nel focus del laser ("Top Hat"), si possono avere spot con lunghezze e/o larghezze comprese tra 5 e 174 mm. In questo modo è possibile disporre di numerose varianti, che vanno da spot quasi lineari fino a spot quadrati con superficie molto vasta.

Dinamicità sul pezzo

Regolando gli elementi di omogeneizzazione mediante sistema motorizzato, gli ottici Laserline con sistema zoom della serie OTZ guidano la direzione e l'altezza del raggio laser sulla superficie del pezzo. I parametri geometrici dello spot, inoltre, possono essere modificati anche durante lo svolgimento del processo. Questa capacità dinamica di adattamento permette di eseguire in modo flessibile ed efficiente anche le lavorazioni più complesse. Il raffreddamento dell'acqua e i sensori di temperatura integrati consentono il funzionamento continuo con potenze elevate fino a un massimo di 10 kW, rendendo quindi gli ottici Laserline della serie OTZ adatti per essere utilizzati anche nella produzione su più turni. Negli ambienti di produzione caratterizzati da condizioni difficili, il robusto alloggiamento con grado di protezione IP54 protegge gli ottici da polvere e umidità.

Il concetto di modularità del sistema degli ottici OTZ è la base per la realizzazione rapida ed economica di soluzioni specifiche per i clienti, in grado di soddisfare requisiti di processo molto elevati.

Al pari degli ottici Laserline della serie OTS, anche gli ottici OTZ possono essere configurati in modo personalizzato, in maniera tale da adattarli alle esigenze richieste dalla rispettiva applicazione. Per agevolarne l'integrazione negli impianti per la tempra, gli ottici possono essere dotati, per esempio, di un elemento di disaccoppiamento di 90°. Tramite questo disaccoppiatore, è possibile inserire anche un pirometro ottico per regolare la potenza in base alla temperatura in caso di cambi di direzione. Sono inoltre disponibili ulteriori opzioni di configurazione.