Principio di processo taglio
Principio di processo taglio
Esempi di taglio
Esempi di taglio
Soluzioni applicative taglio
Soluzioni applicative taglio

Taglio

Una delle prime applicazioni del laser nel settore della lavorazione della lamiera era ed è il taglio laser. Fa parte dei processi di irraggiamento termico e, in questo settore, ricopre la massima importanza industriale. Lamiere, tubi e altri componenti metallici con spessori fino a 25 mm vengono tagliati con il laser, in casi eccezionali anche con spessori superiori.

Il raggio laser viene focalizzato in una testa di taglio tramite lenti ad una grandezza del punto focale di pochi decimi di millimetri, fondendo così il materiale metallico. Una corrente di gas coassiale "soffia" il materiale fuso verso il basso, generando così la fuga di taglio. Se il materiale o la testa di taglio si muovono durante la lavorazione, è possibile ottenere i contorni richiesti in 2 o 3 dimensioni. I gas più comuni sono ossigeno e azoto.

I movimenti vengono generati da assi idonei (controllo tramite CNC); si utilizzano altresì robot, combinando in parte anche il movimento del materiale con quello degli assi. In questo caso si parla di sistema ibrido.

Oggi, il taglio laser raggiunge, in base allo spessore e al tipo di materiale, velocità di alcuni metri al minuto, nel caso di lamiere sottili inferiori a 1 mm anche oltre 50 m/ min con un movimento lineare.

Laser a diodi nel taglio

I laser a diodi hanno, rispetto a tutti i laser impiegati oggi giorno nella lavorazione dei materiali, la massima efficienza. Pertanto i loro campi di applicazione si diffondono sempre più. Il taglio laser deve, per quanto riguarda la focalizzabilità, soddisfare requisiti elevatissimi rispetto ad altre applicazioni. I laser a diodi di Laserline soddisfano i requisiti necessari da alcuni anni e vengono quindi impiegati in applicazioni di taglio per la produzione basate su robot.

I vantaggi del taglio laser rispetto ad altri metodi: assenza di contatto, d forza, minore immissione di calore, elevata velocità di taglio, assenza di sbavature, di utensili e d'impiego di utensili vanno naturalmente a vantaggio anche del laser a diodi.

Il laser a diodi presenta i vantaggi maggiori quando la stessa sorgente del fascio viene impiegata oltre che per il taglio anche per altri processi, ad esempio la saldatura e la brasatura a forte nella realizzazione della carrozzeria. In questo caso, altre sorgenti e tecnologie laser non sono in genere indicate.